AAAAAAAAAHHHHH

                           ansia….

il fatidico giorno e’ sempre piu’ vicino….(ovviamente la data e’ TABU’ e chi la conosce se la tenga per se!!!!) ed io sono ,ormai un vero rottame….sembro Gollum …ricurva in un angolo a borbottare da sola ed a lamentarmi tra me e me di tutto e tutti…praticamente TUTTO COME SEMPRE….il fatto e’ che sono abituata a dire, in un’intera giornata ,in media 6 parole…di cui 2 sono volgarita’ ed il resto si divide in mugugni e grugniti…quindi dover necessariamente parlare per un tot di minuti di fila mi appare una fatica assurda….

Per autotranquillizzarmi provo ad immaginare la situazione…il probl e’ che quando immagino qualcosa finisce sempre a follia collettiva!!!

allora…mi chiamano….mi siedo…..la penna chissa’ se me la daranno loro (spero di si mica ci devo accapezzare pure il costo della biro??)…sono uno splendore con la mia gonnellina molto fetish…inizio a parlare…la menopausa…blablabla…il punto di vista psicoanalitico…blablabla…poi in sottofondo inizia a partire la musica di " do you think i’m sexy " del sempreverde Rod Stewart…all’inizio e’ bassa ma poi aumenta sempre piu’ di volume…in una climax ascendente ed incalzante…ad un certo punto e’ impossibile parlare…il prof. di psichiatria si alza e , nonostante la veneranda eta’, inizia a ballare sulla lunga scrivania…poi con un guizzo felino si strappa i pantaloni mostrando che sotto indossa un pantacollant a scacchi molto anni 80…quella di sociale tira fuori da sotto la scrivania dei boa di piume fuxia…lo indossa e li passa alle colleghe che cinguettano giulive e si lasciano andare al ritmo..intanto nella sala e’ il delirio…mi giro e vedo che tutti ballano…il prof. di psicometria sta facendo una presa stile dirty dancing con mia nonna…ad un certo punto imbastiscono un festoso trenino e dal soffitto iniziano a piovere paiettes, coriandoli e quei brillantini che ti si attaccano addosso adesso e te li ritrovi fino al tuo letto di morte dove qualcuno ti dira’ "hai un brillantino sulla palpebra"….

con il nostro festoso trenino circoliamo per tutti gli antichi corridoi dell’universita’ e ci riversiamo sullo scalone : una folla festante fatta di gente con parrucche e trucco pesante che sembra il corpo di ballo del time warp…. la frenesia del ballo prende un po’ tutti..persino il tizio senza una gamba che chiede l’elemosina fuori l’uni e’ balzato in piedi e saltella come un grillo…il delirio e’ totale…in confronto a questo il carnevale di Rio sembra un concerto di Simon  Garfunkel e il gay pride sembra una monotona festa di paese

Infine un carro allegorico che attraversa tutta la via lanciando caramelle si ferma davanti a me e mi consegnano il certificato di laurea scritto su carta di riso con un vezzoso bordino brillantinato….

bene..vi ho reso partecipe di quali sono le mie attuali fantasie rispetto ad un evento che sara’ carico di angoscia per me…ma di una noia mortale per quelli che mi verranno a vedere…i quali NON sono i benvenuti….quindi se si scocciano peggio per loro…inoltre sono giunta alla conclusione che vedo troppi musical….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: