cronache di una morte annunciata…

immaginate la scena….

….io sto chattando con mia sorella e per entrare nel raggio della webcam mi sono messa un paio di cuscini sotto le mie nobili terga……

….finisco di chattare e decido di togliere il cuscino..che inizia a darmi noie per l’eccessiva morbidezza a cui le mie chiappette non sono abituate…ma nell’atto di sfilare il cuscino SFILO ANCHE LA SEDIA!!!! 

  ………ma non me accorgo….

e quindi mi lascio andare convinta di trovare la sedia ad attendermi…..ma in realtà cado a culo per terra e nella mia rovinosa caduta mi trascino anche il modem ed un paio di prese elettriche!!!!!

MALEDETTA SEDIA…..

Cmq pensiamo a cose più serie….oggi sono stata a Padova ed ero abbastanza seccata per il freddo  e per l’impossibilità di compiere rammaggi con le fotocopie……..ma,  mentre ero in bagno a fare una delle mie 10000 pipì quotidiane….alzo gli occhi  e leggo , scritta a matita sulla porta, una nobile massima di vita che mi ha alzato notevolmente il morale e mi ha fatto riflettere :

"MEGLIO IL CULO GELATO, CHE UN GELATO NEL CULO "

leggendo quest’inno all’ottimismo mi sono sentita sollevata e sulla mia faccia si è stampato un sorriso…anche se in tutto questo ero ancora nella fastidiosa posizione che dobbiamo assumere noi ragazze quando facciamo la pipì in un bagno pubblico (che è una via di mezzo fra i 90° ed i 180°)…quindi immaginate cosa puo’ voler dire stare a 145°  per una che non sa nemmeno tenersi la sedia sotto le terga!!!!

cmq dopo la lettura di tale aforisma mi è salito il morale, è uscito il sole e sono riuscita ,forte di un riconquistato ottimismo, anche a fare i rammaggi con le fotocopie!!!

grazie anonimo scrittore , nobile vate, inconsapevole aiuto in queste giornate piene di paure….

MI HAI RISOLTO UNA GIORNATA!!

Annunci

8 thoughts on “cronache di una morte annunciata…

  1. utente anonimo ha detto:

    ahahahhahahahahahahhah bellissimo…e se ci rifletti e’vero….insomma soprattutto se per gelato si intende le cialde e normi che fa fantasia di gelati…oppure chesso…la coppa gelato del gazebo….beh….lo mettero nel prossimo tema di italiano
    boogy

  2. LupoSilente ha detto:

    Ahahah, un vero poeta deve essere stato.
    Comunque si, anche io studio a Padova (l’esame è andato bene, grazie.. devo solo attendere il voto).
    E anche io sono di Napoli (un paese vicino a dire la verità.)
    Sei la prima napoletana che incontro a Padova. :O

  3. utente anonimo ha detto:

    vabbè secondo me tutto dipende dal tipo di gelato :O ….noooooo non posso nemmeo fingere….è contro ogni regola fisica e biologica…è il male assoluto!!!sono pienamente d’accordo con il tuo poeta….
    e mi raccomando la prossima volta guarda bene dove ti siedi…non si può mai sapere…se la sedia nn c’è….e se sotto la sedia assente c’è proprio un enorme cono gigante???

    P.s. tesoro sono troppo felice che ti è arrivata la linea così possiamo sempre sentirci…evvivaaaa!!!
    ti voglio troppo bene sister…mi maki tantissimo…sighhhhh sighhhh!!!
    baciniii basil

  4. utente anonimo ha detto:

    E non dimenticare che “Se la museurola si mette al muso, dove si mette la cazzuola?”
    (letta in un bagno dell’Università di Torino, zona Scienze Politiche)

    Maurone
    http://www.maurone-memoriecasuali.blogspot.com

  5. KAMIA ha detto:

    sereeeeeeeeeeeee 🙂 ovviamente ci sono anonimi e anonimi, certi a certi anonimi il gelatop nel culo lo ficcherei volentieri…
    🙂

    ti bacio appsicò! ( che sta x psicologa…hihihihih)
    kamia!

  6. utente anonimo ha detto:

    Io più che altro porgerei l’attenzione alla storia della sedia…ahhahhahhahhahhahahahahhahahahahahhahhahahahahhahahahahaahahahahahahhahaahh….
    Penso che avrei anche potuto pagare 10 euro per vedere la scena!!!!!!

    Ad ogni modo…sono troppo contenta che sei tornata ad aggiornare il blog, e soprattutto che ci hai reso partecipi della storia della sedia! (sto ancora ridendo)
    P.S.mi spieghi una volta per tutte che significa RAMMAGGIO???
    Andrea

  7. sorellecontro ha detto:

    ANDREA
    ciao cara!!il “rammaggio” è letteralmente un DANNO, UN GUAIO…..in questo caso lo utilizzavo in senso scherzoso per intendere unìattività un pò complessa e seccante…forse ho creato confusione perchè un pò di post fà ho parlato della mia amica RAMMAGGIO…in realtà il suo è un soprannome che sta appunto per “PERSONA MOLESTA”.
    LUPO
    non ho incontrato nessuno di Napoli…pero’ ci sono diverse persone di Aversa!!!anche tu sei di li’??!!

  8. EricCartman1 ha detto:

    Meglio il culo gelato che un gelato nel culo è un motto che ho conosciuto nell’infanzia: fu mio padre ad insegnarmelo.Ne aggiungo un’altro che fa un po’ da contrappeso a questo eccesso di ottimismo: “la vita è come la scaletta di un pollaio,corta e piena di merda”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: