Archivio mensile:gennaio 2009

il parere dell'esperto

cari…
ogni tanto arrivano anche note positive dal mio tirocinio…
oggi ero con l’educatrice,che chiamerò l’adorabilelara, ad una riunione dei genitori delle scuole elementari di un paese qui vicino…
ad un certo punto era iniziata una discussione sul metodo educativo da usare con i figli per evitare che inizino a fumare ecc ecc
io ero sull’orlo del coma…un pò per il sonno ed un pò per la voce lagnosa del pediatra..ed i miei pensieri erano (giuro!) proprio questi

"sarebbe bello se potessi avere le orecchie come un cocker…potrei mordicchiarmele quando sono nervosa…fare flap flap girandole vorticosamente…e poi quando mi annoiano potrei fare uno chignon di orecchie che mi darebbe un’aria decisamente elegante…."


ero immersa in questo delirio orecchiofilo quando sento lagnosopediatra dire:

"BEH MA SENTIAMO ANCHE IL PARERE DELLA PSICOLOGA"

…silenzio…


trenta teste apprensive di genitori speranzosi antifumo si girano verso di me e mi fissano.
…fissano me !!!!!….
la persona meno educativa in quella stanza!!!!!(e su questo non c’è alcun dubbio)
non avrei mai pensato che qualcuno si sarebbe mai rivolto a me per sentire "il parere della psicologa"…
avrei capito di più se mi avessero chiesto un parere da "tamponatrice di vecchiette" (che "tampono" in senso stradale eh…non nell’altro senso…), da "mangiatrice seriale di pop corn", da "maggior acquirente di proletarissime peroni"

ma che abbiano chiesto a me "il parere della psicologa" mi ha quantomeno fatto riflettere.

ovviamente nel rispondere (quando mi sono resa conto che volevano una risposta da me) ho esordito con:
"Beh ho sempre sostenuto che….."
(ed il mio cervello mi ha chiesto "da quando in qua tu sostieni qualcosa???")

comunque alla fine ho fatto un intervento di tutto rispetto, sull’importanza dei no e sul fatto che , però, i no da soli non bastano ma devono essere sostenuti dall’esempio e da motivazioni comprensibili e chiare e blablablablabla….perchè effettivamente , in questi 5 anni, ne ho imparate di cose (detto così sembra una cagata ma vi assicuro che live aveva un suo senso)

ed oggi ho realizzato che non sono più una studentessa….e che dovrei avere più fiducia nelle mie conoscenze…


e che dovrei essere meno cazzara….

Annunci
Contrassegnato da tag ,

i dolori del giovane CIRO.

....ultimamente questo blog è diventato una lista di lamentele….
ma in qualche modo devo sfogare la mia ingente frustrazione….


 oggi dovevo andare in una comunità con la mia tutor che , non ve la porto a lungo, si è dimenticata di passare a prendermi.
…cioè dico….
odio quella donna….
oramai la mia attività principale è odiarla ed immaginare modi sempre più creativi per picchiarla….con un bastone? banale, potrei staccarle un braccio e poi picchiarla con il suo stesso braccio….potrei chiuderla in uno di quei piccoli cessi da concerto, poi affittare una gru, sollevare la scatoletta-cesso e poi lasciarla cadere, risollevarla e poi lasciarla cadere, risollevarla e poi lasciarla cadere…….mi ci vedo alla guida della gru, con il mio berretto giallo , con calde lacrime di commozione che mi rigano il viso….metterei come sottofondo "MAGIC Bus" degli who e giù di schianto….

ma veniamo a noi…ed all’argomento del post….

COMMENTI CHE IL "GIOVANE EMIGRANTE" NAPOLETANO SI SENTIRà DIRE…

siccome questo è un blog di ricerca socio-antropologica (cosa che ho deciso solo ora), ne approfitto per dare consigli a chi, bontà sua, si appresta a lasciare napoli (o il sud in generale) per andare al nord (terra di promesse e blablablabla) per scoprire poi quanto sa si sale lo pane altrui e quando è ripido salir per altrui scale (e questo lo ammetto…era solo per vantare una certa cultura classica)

tu, giovane emigrante laureato e con una certa cultura classica
di cui ti vanti in ogni dove,
inevitabilmente incontrerai:

1) I SIMPATICONI
questa categoria è quella dei battutari folli.
solitamente il battutaro è molto più ignorante di te (di solito licenza media) ed ha la granitica convinzione (che non si capisce bene da dove arrivi) di essere spassoso…
ecco una tipica frase del simpaticone
: AH SEI DI NAPOLI? ALLORA NASCONDERò IL PORTAFOGLI segue risata (sua)
risposta utile: guarda, l’unico motivo per cui potrei prenderti il portafogli è per metterci 10 euro , visto che mi fai pena…barbone!

2) Gli IROSI
l’iroso solitamente è arrabbiato per la situazione politica del sud….il che è anche lecito…ma purtroppo tende a scaricare su di te tutta la sua rabbia e ti elegge rappresentante/responsabile di tutte le miserie della società (dal problema spazzatura, alla fame nel mondo , al fatto che la ragazza lo ha lasciato ed è scappata con un nigeriano di nome saul)…
frase tipica "BEH…è COSì DIFFICILE FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA? NOI LA FACCIAMO DA ANNI…"
io rispondo "ma in realtà ora la faccio pure io"
"BEH MA VI SEMBRA BELLO ANDARE IN 3 SUI MOTORINI E SENZA NEMMENO IL CASCO?"
IO: "ma io non ho mai avuto il motorino"
e così via…finchè non risulterai fallace in qualcosa ed allora esclamerà schifato "
TUTTI UGUALI SIETE".

3)I CURIOSI
Il curioso è ancora più fastidioso….accoglie emozionato la notizia della tua provenienza campana ed inizia a porre mille domande…una più imbecille dell’altra.
domande tipo
: AHHH MA SEI DI NAPOLI? MA è VERO CHE DA VOI SE METTI IL CASCO TI UCCIDONO?
(e sinceramente non so bene cosa rispondere a questo tipo di  domanda…di solito dico "ma è una domanda vera?" )
"MA IL TUO RAGAZZO TI FA USCIRE CON LE AMICHE?"…in realtà non gli  chiedo il permesso…

ma la migliore è "AHHH MA SEI MAI STATA COINVOLTA IN UNA SPARATORIA??"
risposta possibile " si …la prima volta me la sono cavata perchè avevo con me la mia 44 magnum, poi però purtroppo la seconda volta non ce l’ho fatta…sai quando ti colpiscono agli organi vitali è finita….per fortuna avevo disposto per la donazione degli organi….così la mia fine è stata l’inizio per un altro…poi, sai , per me è stato meglio così…perchè ora sono salita al cielo e siedo alla destra del padre…e di nuovo, si!, di nuovo verrò, per giudicare i vivi ed i morti "
 e così via…puoi continuare ad libitum con il delirio mistico perchè solitamente il curioso non coglie il sarcasmo….il curioso non è proprio una volpe in realtà…


4) gli ESTIMATORI

L‘estimatore solitamente non è cattivo (anzi cerca di essere accomodante a suo modo) ma risulta ugualmente fastidioso….quando sente che sei di Napoli si illumina:
"UAAAAAAA…..ADORO LE CERAMICHE DI CAPODIMONTE" (che io odio)
"UAAAAAAA….. HO UN PRESEPE PRESO A SAN GREGORIO ARMENO" (e cacaci il cazzo)
"UAAAAAAA…..VOI SI CHE SAPETE GODERVI LA VITA , SIETE SEMPRE GENTILI E SORRIDENTI" frase che mi scatena irrefrenabili istinti omicidi….che poi probabilmente nonostante io sia napoletana credo di essere la persona più giù di morale che conosco
 "UAAAAAAA…..LA PIZZA DA VOI è TUTTA UN’ALTRA COSA" e questa della pizza è una nota spinosissima
ci sono tutte le varianti

"PROPRIO IERI HO MANGIATO LA PIZZA" (e secondo te a me quanto me ne fotte? )
"COME FATE A FARE UNA PIZZA COSì BUONA?" (io non faccio la pizza e le poche volte che l’ho fatta faceva cagare)
"CERTO CHE DA VOI SI MANGIA BENISSIMO" (ancora?????)
o come mi disse la mia tutor (che chiamerò IL DEMONIO da ora in poi)

"QUANDO ERO  A NAPOLI FACEVO COLAZIONE CON DELLE BRIOCHES PROFUMATISSIME"….
ora…perchè a me dovrebbe interessare questa precisazione? io vado mai da qualcuno a dire "OGGI A COLAZIONE HO PRESO UNA TAZZA DI CAFFè , DEL RISO SOFFIATO NEL LATTE E UNA COMPRESSINA PER LA GASTRITE"….beh non mi pare sia una cosa interessante con cui aprire una conversazione….
la migliore comunque è sempre una frase del demonio:

"LO SAI CHE DA NAPOLI MI SONO PORTATA UNA PIANTINA DI BASILICO???"…..
il mio sogno proibito è rispondere…


"ah si?….ma lo sa che il basilico non deve prendere luce? faccia una cosa…prenda la sua piantina di basilico e se la ficchi tutta in c……orridoio"


che avevate capito eh? maliziosi….

Contrassegnato da tag , ,

saluti da zio leone

premessa che non ha nulla a che vedere con il post

sto odiando facebook…inizialmente mi divertiva riprendere contatto con gente che non era morta ma non ci si rivedeva lo stesso ( a riprova che anche i proverbi sbagliano) poi ho avuto la delusione….quelli che non vedevo più ma che ricordavo come persone stimabili, sono diventati dei cazzoni fatti e finiti…gente che si da mille arie di menti illuminate,che giudica a destra ed a manca , che si spacciano per grandi lettori di libri e che con un fare decadente spargono alterigia nel suo profilo e poi subito sotto leggo che sono appena diventati fan di fabio volo….

a riprova che "fra cazzari ci si intende".

ma veniamo al post (che poi non è proprio un post)

1) al tirocinio spira una strana aria…è come se qualcosa incombesse nell’atmosfera…ed io so cos’è….è il VAFFANCULO che dirò alla mia tutor prima o poi…sento che ci giriamo intorno ma che prima o poi arriverà…

2) ho ripreso a fare la baby sitter…non più con i due bambini dell’anno scorso (che chiamerò sessuomane e disagiato) ma con una dolcissima bambina di 5 anni che chiamerò lagna.

oggi ho passato 3 ore a giocare "alle signore" ed a bere del delizioso tea invisibile (e meno male che era invisibile…altrimenti dopo 3 ore di bevute ininterrotte ora sarei come minimo nel reparto dializzati dell’ospedale maggiore.) 

siamo state sedute al tavolino con le sue carinissime tazzine rosa

che poggiano sul piattino rosa 

che poggia sul centrino ad uncinetto

che poggia sulla tovaglia

che poggia su questo microtavolino di cui non finirò mai di lodare la comodità per me che sono alta 1 metro e 70

ovviamente non eravamo mica solo io e lei…eh mica siamo 2 sfigate che prendono il tea invisibile da sole???!!!

con noi c’erano anche i seguenti pupazzi:

ZIO LEONE, PUCCA LA MUCCA, LALLO IL CAVALLO, LELLO IL CAMMELLO, UNA WINX DI CUI MI SFUGGE IL NOME NONOSTANTE LAGNA CI ABBIA PRESENTATE AD INIZIO FESTA (non è stata proprio l’anima della festa…è stata zitta tutto il tempo!!) POI C’ERA IL DINOSAURO RIGAVERDE (inutile dire che io sulle prime non avevo capito Rigaverde ma altro) e SBRODOLINA (e non vi consiglio di invitare al vostro tea una che si chiama SBRODOLINA).

Grande assente dell’evento è stata la PECORELLA GLENDA, di cui abbiamo abbondantemente sparlato visto che ultimamente sembra essersi data alla macchia.

inutile dire che ci sono anche stati dei momenti di imbarazzo visto che quando lagna si allontanava per  prendere un’altra infornata di biscottini inesistenti era compito mio tenere viva la conversazione con i pupazzi.

 …

e mentre lodavo l’ottimo tea e la freschezza delle fragole di plastica con zio leone (facendo ovviamentela mia voce e quella di zio leone) mi sono chiesta:

"ma io cosa ci faccio qui???" e soprattutto

"perchè parlo con un leone di plastica?"

Contrassegnato da tag , ,

gabinetti infuocati.

 

Carissimi…oggi vi delizierò con un post di strettissima attualità…ho già affrontato l’interessante problematica dei cartelloni pubblicitari qui in emilia romagna in questo post , ma torno a parlarne visto che questo è un blog di attualità e comunicazione (cosa che ho deciso in questo preciso istante)…

come tutti sappiamo, nelle grandi città, la pubblicità punta immediatamente a risvegliare i più "laidi" istinti e si batte molto sul tasto del sesso.

Quindi per pubblicizzare una mozzarella mettono un bel cartellone con una tetta,per una macchina mettono una tetta di profilo, per un robot da cucina 2 tette e per una batteria di pentole sceglieranno una tetta vista dall’alto.

Quindi essendo io una ragazza di città sono abituata a vedere una rassicurante vallata di tette in tutte le salse che ,diciamoci la verità, finiscono per diventare come una costante delle tue giornate.

ma in provincia è diverso.

La bigott…la "virtuosa" provincia italiana non punta sul sesso (sarebbe controproducente visto che vige la regola del si fa ma non si dice ) ma punta sull’insensato.

ma veniamo ai fatti…

Passeggiavo per strada, intenta ad autodenigrarmi silenziosamente (hobby in cui mi diletto da qualche giorno) quando mi sono imbattuta nel seguente , affascinante cartellone

14012009119

innanzitutto possiamo notare il richiamo alla crisi , che paga sempre….

dice il saggio: "tira più un accenno alla crisi che un pelo di fi*a che a sua volta tira più di un carro di buoi"

visto che "c’è la crisi"qui è la risposta a tutte le domande della vita (un pò come il "MA VAI A LAVORARE" in veneto….)

"dottore mi esce il sangue dalle orecchie"…." eh ma c’è la crisi"

"io ho una laurea e voi mi pagate 2 euro l’ora???" …."eh ma c’è la crisi"

"signora lei sta vendendo i suoi figli su ebay"….."eh ma c’è la crisi"

C’è la crisi ,quindi, ed è preferibile stare in casa e qui possiamo leggere un richiamo alle gioie del focolare, ai piaceri della vita domestica, il calduccio delle quattro mura, l’odore di biscotti appena sfornati, il caldo tepore di un cesso fiammaggiante…..UN CESSO FIAMMEGGIANTE????

ed ecco che arriviamo al punto di rottura che questo rivoluzionario cartellone ci propone….un grosso gabinetto infuocato, il cui senso mi sfugge.

personalmente non capisco quale sentimento positivo possa mai ispirare questa immagine…

penso all’effetto che potrebbe produrre l’autocombustione del wc nel momento delle classiche "meditazioni mattutine"

penso ad una situazione familiare molto camping , in cui tutti in cerchio vicino al gabinetto arrostiscono salsicce sul piccolo fuoco sanitario di bivacco cantando canzoni come "la macchina del capo ha un buco nella gomma"

 e direi che non sono per nulla scenari positivi….se non altro non mi predispongono all’acquisto.

chi ha partorito quest’ idea???e soprattutto , perchè nessuno lo ha fermato???

io personalmente ci avrei messo una tetta…

che fa sempre la sua porca figura….

se non altro meglio di una pira nel gabinetto…

eccheccavolo!

Contrassegnato da tag , ,

il senso di irrealtà ti coglie nel supermarket

oggi ero in una nota catena di supermercati con il cucy…a fare la spesa…visto che non di solo pane vive l’uomo..ma senza pane si vive poco.

eravamo nella corsia auto ed il cucy era lì preso dalla difficile e decisiva scelta del profumo "arbre magic" che più si intonava al suo umore…indeciso tra emotion , spezie d’oriente e passion…io ovviamente mi stavo facendo 2 palle "quanto porta capuana" e mi sono concentrata sulla musica in filodiffusione.

non aderisco alle teorie del complotto che affermano che le radio dei centri commerciali passano chissà quali messaggi subliminali, secondo me passano canzoni a random (e per "a random" intendo "alla cazzo") per accontentare un pò tutti….mentre cucy tenta di sniffare un alberello al pino silvestre da sopra la bustina, io vago e mi trovo ad ascoltare BOY GEORGE che canta

"Do you really want to hurt me,

do you really want to make me cry"

 e scambio un’occhiata perplessa con un wurstel che sembra dirmi "tu finisci gli acquisti e vai via…pensa che io sono qui tutti i giorni!!!"

beh ma almeno non vivi con uno che impiega 6 mesi a scegliersi un arbre magic– rispondo io.

ma torniamo alla mia teoria….non so bene chi accontentano mettendo la più brutta delle canzoni di boy george ma subito dopo passano a George Michael con Careless whisper….

I’m never gonna dance again
Gifted feet have got no rhythm
Well it’s easy to pretend
I know I’m not a fool

tipica canzone da film porno…per accontentare il classico padre di famiglia amante del genere….che tra una busta di panini ed una chiacchiera con la moglie ripercorre mentalmente le scene di "rocco invade la polonia"

subito dopo si passa, così come niente fosse sanza una logica, ai Metallica

What I’ve felt
What I’ve known
Never shined through in what I’ve shown
Never free
Never me
So I dub thee “Unforgiven

intuisco che i cari vecchi metallica sono l’esca perfetta per l’adolescente mediamente dark e mediamente depresso che si trascina per il supermercato strusciando i piedi dietro la madre ed il padre che gli hanno fatto 2 palle così per farlo uscire di casa dopo aver attaccato con la consueta manfrina del "ah-sei-sempre-chiuso-nella-tua-stanza-forse-ti-droghi-eri-un-bambino-così-allegro-e-sorridente-blablabla"

allora, mi dico, adesso verrà il mio turno…hanno accontentato tutti, anche l’erotomane di mezza età…adesso verrà il mio turno e metteranno una canzone che mi farà fare la spesa con quella marcia in più che mi manca….

Guarda che giornata
di sole che c’e’
qui in citta’ si
soffre
che caldo che fa
aria condizionata
nel traffico che c’e’
meno sudato arrivero’
da te

fermi tutti-penso alzando il sopracciglio-io conosco questa schifezza

quando esta noche 

tramonta el sol
mon amour mon amour
yo quiero darte mi

corazon
mon amour mon amour
a piedi nudi vicino al
mar

noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo…

ma è gigi d’alessio!!!!!

cioè hanno accontentato tutti….ora è il mio turno e cosa mi mettono????gigi d’alessio???cosa pensano di fare? di accontentare così il target del giovane emigrante??

"mettiamo il gigi che così accontentiamo tutti i tarùn" ???

maledetta filodiffusione di stocazzo!!!!!

non mi sento rappresentata in parlamento, non mi sento rappresentata nei sondaggi, non mi sento rappresentata nei palinsesti televisivi ed ora non sono rappresentata nemmeno nella filodiffusione del supermercato.

ma io, che ci faccio qui?

…conversazioni surreali con le forze dell'ordine.

Notte di capodanno

in una microscopica y10 troviamo 6 amici stretti come sardine.

i suddetti 6 hanno la seguente surreale discussione con un carabiniere.

ecco come sono andati i fatti:

il Carabiniere fa segno alla scatoletta di sardine su ruota di accostare. Serpeggia un certo timore negli occupanti…qualcuno azzarda la proposta : "buttiamo fuori angela dal finestrino"

viene abbassato il finestrino e spunta una quantità eccessiva di teste.

Carabiniere: Salve ragazzi

Noi: SALVEEEEEEE

Carabiniere: guardate di qua non posso farvi passare perchè c’è uno che sta incendiando le macchine parcheggiate

pensiero comune: beh fermarlo???

Noi: ah capisco…in effetti non mi pare il caso…in realtà però noi dovremmo arrivare lì (indicando il palazzo sotto il quale si consuma l’allegro rogo di automezzi)

Carabiniere pensoso: ah….beh….allora fai così…giri a destra….ti butti a contromano, ti fai tutta la strada ,percheggi sul corso ed entri dall’altra parte.

ah.

Contrassegnato da tag ,