piccoli dettagli di stile.

Mi fisso sui dettagli insignificanti.

Sono uno di quei tipi che può reagire alla morte di un caro amico con un “oh” ed un’alzata di spalle e poi può passare 2 giorni (notti comprese) a rimuginare con odio sul vecchietto dell’autobus che ha tossito senza mettere la classica mano davanti a quella lurida fogna.

ieri riflettevo su uno di quei particolari insignificanti che tanto apprezzo:

stavo maneggiando una scatola di purè….ora, da che mondo è mondo, il purè in scatola è il classico cibo sfigato,economico e da fare in 5 minuti…roba per gente senza tempo, senza voglia, senza soldi e con evidenti problemi alle papille gustative.

Questa è una di quelle verità che tutti sanno e che,quindi, andrebbe scritta anche sulla scatola;Cose tipo:

Gentile cliente,

perché non compri del cibo vero?

Questa volta te la faccio passare

Ma da domani compra delle patate vere, fatti una vita e tagliati quei capelli!

By Knorr

Sarebbe onesto, sarebbe diretto…

io lo apprezzerei e mi affezionerei  ad una marca così onesta ed autoritaria…correrei a comprarla di nuovo ed a tagliarmi i capelli.

Invece cosa c’è scritto sul mio purè?

Ogni giorno un tocco di fantasia in più

IL TUO TOCCO PERSONALE:

per dare un tocco personale puoi arricchire il tuo purè con dadini di prosciutto cotto,mozzarella a cubetti ed un pizzico di noce moscata a piacere

cosa c’è di fantasioso in un purè in scatola????…e poi secondo te,amico purè, se io avessi del prosciutto cotto, della mozzarella ed il tempo di tagliarla a cubetti,pensi che mangerei del disgustoso ammasso non identificato di finta patata???? Da quando i cibi disidratati in busta hanno tutta questa arroganza???

Ma non finisce qui:

“PER STUPIRE:

Prova ad aggiungere ½ cipolla soffritta e mezza mela tagliata a cubetti”

Fingiamo per un attimo di non notare il disgustoso connubio di mela, cipolla e patata; ma perché per “stupire” dovrei preparare del purè in scatola???ma poi stupire chi???vorrei entrare nella mente dei pubblicitari e dei teorici del marketing per capire quali raccapriccianti scenari apocalittici immaginano nelle loro arroganti testoline bocconiane.

Annunci

5 thoughts on “piccoli dettagli di stile.

  1. utente anonimo ha detto:

    Noto con sommo piacere che sei tornata "prolifica" di posts…
    In effetti il tuo purè alla mela e cipolla mi stupirebbe non poco, ma penso in senso negativo! Comunque provalo tu per noi e facci sapere.
    Penso poi che la visione di te che parli ai cartoni degli alimenti (purè, cereali ecc) è entrata nell'immaginario collettivo dei lettori del blog, ormai al supermercato quando compro qualcosa penso sempre "chissà cosa direbbe s….a a questa scatola"
    Bye

    lino

  2. utente anonimo ha detto:

    sono come quei vecchietti che gridano contro le nuvole…

    cmq potevi scrivere "Serena" eh…

    perchè se dici "S….a" potrei sembrare un "Sabina" o una "Susetta" o una "Stefania"….
    non vorrei mai passare per una "Stefania" qualsiasi…nono.

    S….a contro tutti.

  3. utente anonimo ha detto:

    è come se tu fossi zorro, non rivelerei mai che in realtà sotto quella maschera c'è diego de la vega…
    (certo che 'ste faccine nuove fanno veramente schifo)

  4. utente anonimo ha detto:

    oooh non avevo notato che c'erano delle faccine!!!!!evviva!

    (ahhhhhhhhhhhhh perchè non noto mai nienteeeeee????)

    questa è proprio affranta!che malinconia!!

  5. utente anonimo ha detto:

    rido alle lacrimebruno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: