Archivio mensile:giugno 2010

la parabola discendente

Ero intenta a guardarmi allo specchio e ad aggiustarmi la frangia-ciuffo (che ultimamente mi da grossi grattacapi)…quando l’ho visto….

era lì…beffardo…proprio al centro del mio giovane e roseo cranio…nascosto  (nemmeno tanto) tra i miei deliziosi e luminosi capelli rossi (la ragazzina dai capelli rossi)….

un lungo,lunghissimo,pauroso CAPELLO BIANCO!!!!!!!!!!!!

45

Ho 25 anni…ed ho il mio primo capello bianco….

tutto questo mi porta ad una serie di inquietanti collegamenti….che terminano con questa immagine:

gattara

è iniziata la parabola discendente…oggi hai un capello bianco,domani sei in menopausa , dopodomani sei all’inps a risquotere la tua pensione sociale e  fai la spesa con la social card ed il giorno dopo la tua anima fluttua sul tuo cadavere mentre i tuoi 20 gatti ti mangiano le budella.

sigh. 

Annunci
Contrassegnato da tag ,

imperituro odio.

…stamattina mi sono alzata presto per prendere l’autobus e raggiungere l’orrendo paesino in cui ho vissuto per 1 atroce anno e mezzo che è praticamente in culo al mondo….

ho dovuto prendere anche un giorno di festa dal lavoro perchè il colloquio capitava giusto in mezzo tra i 2 turni…

che succede mentre mangio 1 dei 3 biscottini della colazione???

mi chiama quella lurida vacca e mi dice che bisogna spostare il colloquio alle 18…

a parte che hai rovinato 1/3 della mia colazione e già per questo ti odio…per rispondere al telefono il biscottino si è impregnato troppo di latte ed è diventato solo orrenda poltiglia…ed io non mangio poltiglia…ed una volta che il latte si appoltiglia non c’è più niente da fare…

ma poi alle 18????praticamente non solo riuscivo ad andare a lavoro ma potevo coprire quasi entrambe i turni e visto che mi trovavo potevo dare una sistemata alle ludoteche,rivedere i conti della onlus ed andare in carcere a salutare la bimba….e poi così mi salta la corsa…io devo andare a correre!!!è importante per il mio benessere!!!!!maledetti!!!!

ti odio lurida vacca esaminatrice…

ed odio quell’orrendo paesino del cazzo…

ed odio la poltiglia nel latte.

che poi considerando che l’ultimo autobus dallo squallido paesino per tornare a casa parte alle 19.25 , corro il grosso rischio di perderlo e rimanere lì….e questa è la mia personale visione dell’inferno: io sperduta nella bassa padana…tra nutrie assassine e nebbia…

odio

         odio

                   odio

                                            odio!!!!

emanuelepartita

nebbia

 

Contrassegnato da tag