Archivio mensile:settembre 2010

quello che non ho…è una camicia bianca.

Come già ho diffusamente spiegato,ho delle ore fisse in una scuola elementare (per cui percepisco dei CONTRIBUTI!!!!!)…ma in realtà faccio anche da jolly,per le sostituzioni al sostegno….quindi quando qualcuno ci fa il grosso favore di ammazzarsi,restare incinta,prendere delle ferie,ammalarsi gravemente,subentro io che,come un avvoltoio o uno sciacallo, prendo il suo posto sperando in una dipartita definitiva…è brutto da dire…ma è così.

"sad but true"direbbero i metallica…e se lo dicono loro,lo dico anche io…facendo spallucce.

cmq adoro il sostegno..anche perchè entri in contatto con una vasta gamma di problemi…dalla sordità lieve alla depressione,dall’impulsività al coma irreversibile (vabbè mo non esageriamo)…e soprattutto copre dalla materna alle superiori…quindi è davvero stimolante!

evvivaaaaaaa

proprio questa settimana mi hanno mandato in una scuola superiore (istituto professionale di moda)ovviamente appena arrivo in classe,conosco la ragazza (una ragazza dolcissima) e scopro che di lì a breve la classe (e quindi anche io e la mia protetta) avrà compito di matematica.

non posso trattenere un "MEEEEERDA!" e la mia protetta,ingenuamente mi fa: "TU SEI BRAVA IN MATEMATICA?VERO?".

ovviamente no.

io non so niente di matematica…insomma ho fatto il classico…poi psicologia….però la settimana scorsa ho fatto sostegno in una classe elementare…ed ho seguito tutte le lezioni sulle addizioni…le addizioni non hanno segreti per me…ed allora, come tutte le persone su questo mondo, sentendo il peso delle difficoltà,sentendomi piccola davanti ad un mondo grande ed ostile, mi sono rivolta al divino:

MIO BUON GERRY         [SCOTTI…non so bene perchè ma adoro gerry scotty…è così pacioccoso!!!]

FA CHE SIANO ADDIZIONI…

SE IL COMPITO è SULLE ADDIZIONI COMPRERò APPOSITAMENTE LA TV, SOLO PER VEDERTI.

ma il buon gerry "forse era stanco,forse troppo occupato e non ascoltò il mio dolore" (cit) ed infatti il compito era sui sistemi di equazioni di secondo grado.

ed avevano ben 2 incognite!!!x ed y!!!!!

è stato un momento duro….mi sembrava di essere tornata al liceon (con un ricco debito in matematica)…e devo dire la verità,ero combattuta tra: piangere, millantare conoscenze, fuggire urlando,ammettere la mia ignoranza o licenziarmi e fuggire in india per ritrovare me stessa.

alla fine ho respirato…ho ri-respirato…hoi cercato di scavare a fondo nelle mie conoscenze matematiche,abbiamo iniziato a risolverle insieme e poi una volta tornata la calma,ho lasciato che risolvesse l’equazione da sola e le ho detto, con professionalità e atteggiamento adulto:

"DAI, FALLE CON CALMA, CHE SEI BRAVA E CI RIESCI…

IO INTANTO VADO A SBIRCIARE DAL FOGLIO DI QUELLA AL PRIMO BANCO!!!"

Contrassegnato da tag

If you're searching out for something. Don't try so hard.

qualche settimana fa,per un certo periodo, mi svegliavo spesso di notte all’improvviso perchè sognavo che il mio coniglio tentava ripetutamente di uccidersi.

quella lurida palla di pelo tentava di:

  • buttarsi dal balcone
  • correva nel traffico sotto le macchine
  • si tuffava nei tombini

e così via…creandomi una certa ansia e tutta una serie di sogni agitatissimi in cui cercavo disperatamente di distoglierlo da questi propositi autolesionistici.

e se riuscivo ad impedirgli di lanciarsi dalla finestra,prendendolo per la zampina, nel sogno dopo tentava "il folle gesto" lanciandosi in una betoniera.

tutto questo stava diventando faticoso.

ora,per quanto io possa considerarlo una bestia orribile e priva di qualsiasi qualità (cosa verissima tralaltro) ero tutta presa dalla faticosa missione di salvarlo ripetutamente…e stava diventando un bel problema,perchè di notte dovrei dormire tranquillamente invece di strappare (in sogno) qualche anno in più di vita per bestiacce ingrate e senza simpatia.

quindi,ad un certo punto,mi sono autodetta:

Serè (eh si perchè sono molto diretta quando parlo con me stessa)

se il tuo coniglio in sogno vuole morire…beh lascialo morire…saranno pure cazzacci suoi.

anni fa,per un esame studiai i "10 comandamenti della Gestalt" (soprassediamo sul carattere dogmatico di certa psicologia) e di questi uno mi è rimasto impresso (anzi 2) ed era "ARRENDITI ALLO SGRADEVOLE"

Insomma…questa fissazione del controllo non porta da nessuna parte…se non a correre in sogno dietro a conigli suicidi.

quindi accetta il fatto che il tuo coniglio si ammazzi,accetta che le persone vadano via, che la gente muoia, che le cose siano ingiuste e senza senso e che non vada sempre tutto come dici tu.

o,come dice un mio amico: SERè…FUTTATINNI

ed in effetti è vero…abbracciando la filosofia del "futtatinn" ho smesso di sognare  la tragica fine del mio coniglietto.

la Gestalt la sapeva lunga…ed anche il mio amico…ed anche il mio coniglio…

minu

Contrassegnato da tag

zitella's state of mind…

non so per quale oscuro motivo, ultimamente tutti sembrano essere spettacolarmente interessati a trovarmi un uomo.

il problema è che puntualmente tutti esordiscono con le seguenti frasi: (e cito frasi realmente riferitemi)

  • OH DOVRESTI CONOSCERE QUESTO MIO AMICO…SAI è DEPRESSO ED è INCAZZATO CON IL MONDO INTERO…SECONDO ME SARESTE CARINI INSIEME…(scusaaa????)
  • OH TI DEVO TROPPO PRESENTARE UN MIO AMICO…è TROPPO PARTICOLARE….FA L’ATTORE…(Ottimo…una psicologa ed un attore…il sabato potremmo andare prima a chiedere l’elemosina fuori alle 7 chiese e poi dividerci mezzo panino del mc donald trovato in un cestino sulle scale di sala borsa…eppoi "particolare" mi sa di psicopatico)
  • OH IL TIZIO CHE ERA IERI CON NOI MI HA CHIESTO IL TUO NUMERO…TRA UN Pò TI CHIAMA…MICA TI DISPIACE?(certo che mi dispiace!!!! è il MIO numero!!!!)

La verità è che prima tutti mi stavano a fare la lagna su quanto io dovessi imparare a star bene anche da sola e blablabla…beh adesso che da sola ci sto da dio, tutti attaccano con la lagna del "eh ma ti dovresti aprire agli altri…perchè è così bello avere qualcuno…blablabla"

beh,avete rotto!

è che io sono un tipo particolare…devo avere i miei spazi,devo avere i miei momenti in cui posso fissare il vuoto senza sentire qualcuno che mi martella,devo potermi svegliare di notte e vagare per casa, leggere,dare sfogo ai miei deliri,ascoltare le mie cose,insultare oggetti inanimati…iniziare lunghi monologhi rabbiosi su particolari ininfluenti (tipo ieri ero particolarmente offesa per una cosa che avevo letto su un quotidiano ed ho attaccato una pippa di un’ora)…eppoi risulto scortese,mi annoio facilmente,tutto questo contatto umano mi inquieta…non riesco a farmi offire le cose,se qualcuno mi chiede "parlami di te" rispondo sbigottita "e perchè????"…

ho fatto questo discorso alla mia amica e mi ha risposto (scherzando…almeno spero)

"anche mia zia diceva così….prima che i gatti le mangiassero la faccia"

maledetta…questo dei gatti è un colpo basso…sono così sensibile all’idea che dei felini possano fare scempio del mio grazioso cadavere.

sarà che mi sto facendo influenzare,ma oggi mentre accarezzavo Squili (il gatto che io e la mia coinq abbiamo "adottato" giù al palazzo) ho notato che mi guardava con uno strano sguardo vorace…

 tu quoque squili, fili mi!

domani mi sa che gli comprerò qualche scatoletta…magari una di quelle con i gamberetti ed il riso…

Contrassegnato da tag

inquietanti ritrovamenti…

That is not dead which can eternal lie, | And with strange aeons even death may die.

stiiiiicaaaaaazzi!

oggi sono tornata dal lavoro affamatissima…(visto che ultimamente faccio orari strani e finisco a fare solo i 2 pasti principali di una persona adulta e matura: la colazione e la merenda.)

tornai a piedi nella mia magione (???) silenziosa,percorrendo gli autunnali sentieri carichi di foglie secche,le mie coinq non erano ancora tornate e la casa risuonava dell’eco sordo dei miei passi…cmq decisi di cucinare qualcosa di sensato…ed aprì il frigo.

osservai attentamente cosa c’era…lo sguardo saettava da un punto all’altro della cella frigorifera…tutto taceva (vabbè non che di solito nelle celle frigorifere ci siano chissà quali concertini)…respirai ed osservai  il vapore caldo del mio respiro che si diffondeva nell’aria gelida, sentì il freddo che invadeva la stanza sottoforma di lenta nebbiolina,il ronzio del frigo,infilai la mano nel freezer e…

spostai le lasagne alle verdure che congelammo mesi e mesi prima e che da allora dormivano un cupo sonno di morte..spostai la salsiccia che pandafru avvolse nel cellophane e che ancora giace nel freezer dove aspetta immobile il giorno in cui tutte le salsicce surgelate sepolte nei freezer usciranno dai loro sepolcri gelidi,marceranno compatte e si getteranno in una calda padella…o in un microonde…o in un forno…o dove cacchio gli pare…osservai la bianca provola surgelata,diafana e quasi perfetta nel suo candore da sposa…la congelammo proprio quando era all’apice del suo splendore…nè troppo fresca,nè troppo dura e da allora aspetta silenziosa che arrivi il giorno in cui potrà godere dei frutti della sua giovinezza,senza sapere che questo giorno non arriverà mai…oh cara provola,dormi il tuo eterno sonno virginale…il mondo è troppo duro per te.

poi sentì come un brivido (dopo 3 ore con la porta del freezer aperta,direi che è il minimo) e vidi un’inquietante figura che si ergeva maestosa sul fondo del cassetto…tutto l’aere sembrò risuonare di strane vibrazioni…solo allora notai una finissima urna con strane decorazioni risalenti ad epoche ormai sconosciute (vabbè in realtà un barattolo grosso di nutella con il disegno dei barbapapà) con dentro roba verde congelata.

afferrai l’oggetto…lo soppesai silenziosamente mentre il suo gelo quasi mi feriva le dita…lo aprì…tutto tacque…persino il ronzio del frigo si spense…potevo sentire solo il battito del mio cuore e il rumore del mio respiro…aprì il barattolo e lo annusai…sentì un odore di tempi antichi e di sapori dimenticati…

immediatamente una voce,eco di antiche superstizioni, sussurrò domande nella mia testa…ma una su tutti risuonò nel cupo silenzio della magione (???):

MA CHE CAZZ è STA ROBA???

vabbè mo la scongelo e vediamo…

la verità è che oggi  ho letto un pezzo di una cosa di lovecraft (di cui è la citazione su) e sono entrata nel mood horror.

poi in realtà davvero non so cosa ci sia in questo barattolo…ed adesso è lì che mi fissa dal lavandino…è una poltiglia inquietante…odora di olive…ma non possono essere olive…deve essere qualcosa delle mie coinquiline siciliane…potrei assaggiarlo…ma è verde…e potrebbe essere basilico…ed io odio il basilico…quindi posso solo aspettare che si scongeli e farlo assaggiare a panda…

che inquietudine…

soltanto il tempo ci dirà cosa cacchio c’è in questo barattolo (che è stato appena eletto "CENA MIA E DI PANDA")

Mah.

Contrassegnato da tag ,

la minaccia fantasma (dei 10 euro)

al lavoro,durante la ricreazione,un bambino tentava di fare canestro ad occhi chiusi voltato di spalle…ed ovviamente ha sbagliato

a quel punto,ghignando,gli ho detto :

"UA SE LO FACEVI TI DAVO 10 EURO!"

ovviamente la cosa è stata sentita dagli altri bambini,ed ora non passa giorno senza che una fila di bambini tenti ripetutamente di fare canestro ad occhi chiusi,girati di spalle….dopo avermi chiamato e chiesto di preparare i 10 euro.

per la legge delle probabilità,prima o poi qualcuno di loro ci riuscirà…

AIUTO

Il giorno in cui la smetterò di essere idiota…vi darò 10 euro.

ah devo smetterla di dire sta cosa dei 10 euro!!!!

damage!!!!

Contrassegnato da tag , ,

Milano e l'effervescenza popolare.

ho trovato un lavoro…

un lavoro vero…con tanto di contratto e contributi!!!vabbè ora non esaltiamoci troppo,è un contratto piccolo…ma insomma….I CONTRIBUTI!!!!!!solo a scriverlo mi vengono le lacrime agli occhi!!!!Cmq dopo aver firmato il contratto (che,non so se l’ho detto già,prevede i CONTRIBUTI!!!!) sono partita per trascorrere la mia ultima settimana da nullafacente (settimana che finisce oggi..e da domani contributi!!!)dal caro Raf in quel di Milano.

Milano è inquietante.

ma se ti portano alla notte bianca di nonsoqualicazzidellamoda diventa ancora più inquietante

e se ci vai con delle tizie palesemente esaltate in quanto fashion victims,la parola "inquietante" non basta a definire lo stato di intensa prostrazione in cui sono caduta sulla bisettrice dell’angolo del quadrilatero della moda

queste tizie si sono esaltate,nell’ordine per:

1)Una sfilata in galleria

2) la presenza di platinette in un negozio (ed ho detto tutto)

3) la vetrina di Dolce e Gabbana (vicino la quale si sono fatte fotografare ripetutamente)

4)ogni singola vetrina

e mi hanno guardata con un misto di pena/perplessità quando,guardando le vasche fuori il negozio di armani,ho esclamato : "OOOOH CHE BELLI,FIORI GALLEGGIANTI!"…ho intuito che la mia visione naif e contemplativa della vita non è in linea con lo standard milanese.

Personalmente,in questa settimana appena trascorsa,mi sono esaltata un sacco per:

1) I FIORI GALLEGGIANTI NELLA SUDDETTA VASCA

2) UN GAROFANO GIALLO CHE UNA TIZIA MI HA REGALATO DOPO CHE SONO STATA TRAVOLTA DA UNA MANDRIA DI FASHION VICTIMS INFEROCITE

3)IL BRUNCH (insomma cosa puoi volere di più dalla vita di un enorme colazione prolungata???se ci mettessero anche del vino sarebbe la mia dimensione ideale!)

4) UN CARLINO

5) IL MANIFESTO DELLA MOSTRA DI DALì ( a cui abbiamo giurato solennemente di andare al più presto)

6) LA PINACOTECA DI BRERA, dove ho visto uno dei miei quadri preferiti: La fiumana…che mi ha donato un momento di profonda commozione…

al ritorno dalla pinacoteca,io e Raf eravamo in metro e parlavamo proprio di quel quadro,degli scioperi,dei sindacati e di come è importante una sinistra compatta e decisa quando ci siamo imbattuti in questo manifesto del PD: (la foto è di google perchè quella fatta con il mio cell fa cagare) 

pop

EFFERVESCENTEEEE???

POPOLAREEEE????MA CHI???

IL PD????MA DOVE?MA QUANDO???ma chi partorisce queste idee?

Probabilmente se il tizio che guida il corteo nel quadro di cui parlavamo avesse visto questo manifesto,beh…secondo me,avrebbe pianto.

e sarebbe corso a farsi tesserare nella lega nord.

Contrassegnato da tag , ,

idiosincrasie tessili.

“NON HO GUSTO…SOLO DISGUSTO”.

Ma intanto la permanenza milanese da Raf è stata foriera dell’acquisto del tanto agognato piumino…piumino che ha visto i suoi natali,oggi pomeriggio, in corso buenos aires.

Ovviamente odio questo piumino.

e se scrivo un’altra volta la parola piumino probabilmente sarò richiamata dalla federazione italiana piumini.

piumino

piumino

piumino.

ho già detto che odio i piumini?

cmq

Habemus piuminum.

Contrassegnato da tag

angoscia abbandonica…

oggi sono andata a fare un giro per negozi con il ragazzo di una mia amica… (e tralaltro lui si è provato delle coppole…neanche fossimo sul set del padrino…ci mancava solo la scena al casello in cui Sonny veniva allegramente crivellato di colpi per 5 minuti buoni…)

vabbè comunque non è questo il punto…

ad un certo punto eravamo da "scout" (noto negozio costoso und cagoso…almeno a mio modestissimo parere) quando decidiamo di separarci nei rispettivi reparti (beh,io in quello femminile e lui in quello maschile…lo dico per una questione di precisione nei dettagli) e di beccarci (beccarci???BECCARCI?????) dopo…

quindi vago un pò…guardo le converse con la stellina,dei vestitini corti di lana con dei piccoli gufi e dei cardigan di lana (io amo i cardigan!) quando decido di ri-cercare il suddetto amante delle coppole

vado nel reparto maschile…niente

vado nel reparto scarpe….niente

vado nel reparto occasionissime…niente

improvvisamente mi prende l’ansia…esco fuori…niente.

ecco- mi dico– mi ha tristemente appesa…insomma ora non per vantarmi ma sono una collezionista di appendimenti,insomma riesco a farmi appendere sempre e comunque ma addirittura essere abbandonata tristemente in un negozio (perlopiù scout!!!) va ben oltre le mie capacità di sopportazione!!!forse non dovevo subito accompagnarlo a vedere le coppole…vedi che succede ad accompagnare subito uno alle coppole???eh lo dicono le nonne che bisogna aspettare,ci credo che poi ti ritrovi sola nel reparto "occasionissima"…oh però che merda…posso capire che a volte non sono il massimo della compagnia,magari dovrei essere più loquace,meno contorta, forse un pò più gioviale…però da qui a piantarmi in asso tra i vestitini della collezione estiva (nemmeno quella autunnale!!!) ce ne passaoh tempi grami…oh me tapina…o tempora o mores!!!…come era verde la mia vallata…oh amico pugnale…se sia più nobile d’animo sopportare gli oltraggi, i sassi e i dardi dell’iniqua fortuna, o prender l’armi contro un mare di triboli e combattendo disperderli???

ed ho continuato per buoni 10 minuti di delirio abbandonico,sgranando gli occhi e biascicando mezzi lamenti tra i denti,quando,con la coda dell’occhio lo vedo nel reparto borse che perde 6 secoli a guardare dei borselli…

ovviamente,al racconto dei miei 10 minuti deliranti mi risponde con un:

"scusa,ma sei scema?"

beh…

tecnicamente,ragionando sulla base di una logica aristotelica,integrandole con le leggi del buon senso e del vivere comune ed applicando quelle che sono le regole proprie delle scienze esatte e di inoppugnabili contrasti di tesi ed antitesi e volendo rispondere alla sua domanda direi…

chiaramente si.

Contrassegnato da tag , , ,

il punk non è morto…ma io si.

ieri ho lavorato in un festival di musica alternativa ed altri blablabla…

ho spillato birre/fatto cassa per 14 ore consecutive.

C-O-N-S-E-C-U-T-I-V-E.

(Vabbè diciamo che trovandomi lì ed avendo accesso alle bevande mi sono anche ammazzata di "birrini"…ma mi sembra il minimo!!!!)

tralaltro ho notato il gap generazionale con gli adolescenti di oggi che per poco non mi linciavano quando hanno scoperto che non vendevamo la red bull! bleah…

stupidi sovrastimolati adolescenti e le loro orrende bevande energetiche…e non vi dico le scene di panico quando è finita la coca-cola…occhi increduli mi fissavano esclamando "come è finita la pepsi????" ç_ç

cmq "14 ore" non è un turno umano.

insomma ora sono:

sorda ad un orecchio,stanca morta,la polvere dell’arena concerti mi è finita ovunque, ho la sciatica e la cervicale (malanni tipicamente da anziani) e tutto questo mi deprime perchè lascia spazio a pensieri cupi come:

"ormai ho un’età"

"non c’ho più il fisico"

"come era verde la mia vallata".

ecc ecc…

intanto però ora,con i proventi della giornata,comprerò un ricco piumino.

…e visti gli sforzi,non deve essere un piumino qualsiasi, ma il dio dei piumini

deve lavarsi da solo,stirarsi da solo,idratarmi la pelle quando lo indosso,massaggiarmi la cervicale e,visto che si trova, farmi anche un caffè.

 

Contrassegnato da tag ,

crash test

dopo pranzo ero sul letto a riposare…NON a dormire ovviamente,perchè sono una che dorme poco e male ed il sonnellino pomeridiano mi porterebbe inevitabilmente a vagare come un'anima in pena per tutta la notte…quindi ero sul letto a sforzarmi di non dormire.(il che non è molto intelligente come cosa)…ero tutta presa a sbarrare gli occhi quando sento il citofono.

solitamente a quell'ora sono sempre i tizi che vogliono entrare nel palazzo per mettere i volantini delle pizzerie nelle cassette della posta…
ma non so per quale motivo,la prospettiva dell'ennesimo volantino per pizza d'asporto mi ha emozionato a tal punto che mi sono fiondata per aprire ma,complice il calzino di spugna sulla mattonella lucida, mi sono schiantata rovinosamente contro la porta della mia camera.

sono riuscita ad "acciacciarmi" contemporaneamente testa, gomito,ginocchio e culo ed a sfondare clamorosamente la porta (già provata da furibonde liti)…una scena talmente triste che persino il poster di Robert Pattinson della mia compagna di stanza mi ha guardato con infinita pena.

ovviamente, da persona matura, ho subito dato la colpa al primo oggetto inanimato capitatomi sotto gli occhi (come fanno i bambini dell'asilo in effetti): il calzino.
ma subito sono partiti una serie di collegamenti mentali….

calzino—piedino freddo—freddo—-inverno….
STA ARRIVANDO L'INVERNO!!!!

oddio….che ansia….devo comprare assolutamente un piumino…
perchè non si regge un altro inverno senza piumino…

no no…poi me lo stanno dicendo tutti: si va dal delicato invito pandoso:"quest'anno prenditi il piumino,per favore!" alle vere e proprie minacce: "se non ti prendi il piumino,giuro che ti prendo a calci in culo da novembre fino a marzo!"
Per quanto possa essere intrigante la prospettiva di essere presa a calci per 4 mesi consecutivi, direi che è il caso che io mi prenda un piumino…
quindi,zoppicando e massaggiandomi il cranio dolorante,ho deciso ed ho promesso solennemente, davanti alla statuina di Freud,davanti al quadro di Dalì, che è ora di fissare una data e comprare un orrendo ma caldo giubottino.
quindi mi sono lanciata subito nella pianificazione, ho chiesto a raf di accompagnarmi (per evitare che,assalita dalla noia entrando nel primo negozio, rinunci all'impresa) ed ho deciso che Sabato lavorerò (spillando birre per 12 ore consecutive) dopodichè userò i proventi del suddetto lavoro  esclusivamente per il piumino.( e forse per curare il braccio anchilosato da ore ed ore di spillaggio)
quindi siete autorizzati a pestarmi a sangue se doveste vedermi spendere anche un solo euro per qualcosa che non sia imbottito,caldo ed impermeabile.

edit: in effetti a questa definizione corrispondono tante cose…tipo un tacchino ripieno…

Contrassegnato da tag ,