Archivio mensile:ottobre 2011

…non sempre rispondo…dipende dai giorni.

sono un tipo assente.

cioè,è proprio una tendenza che ho,quella di assentarmi momentaneamente dalla realtà esterna.

ultimamente poi,la faccenda è peggiorata perchè a volte mi rendo proprio conto che la gente mi parla ed io penso ad altre millemila cose,magari canticchio in mente questa canzone:

penso a come potrei tagliarmi i capelli,rifletto sulla mia weltanschauung,penso a come sarei se avessi le zampe da rana,faccio un breve dibattito con me stessa sul libro che sto leggendo,mi chiedo se Barney alla fine sposerà Nora o Robin,decido rapidamente quale film guardare in streaming.

insomma magari vi sembra facile,ma quando uno si perde nei suoi pensieri poi diventa difficile tornare a pensare a cose volgari come la realtà e le sue mille necessità.

Ieri,in un lampo di praticità,ho guardato nel frigo ed ho scoperto che non avevo nulla da mangiare ed ho quindi deciso di andare a fare la spesa…

siccome ho versato (vedi post precedente) 50 ricche carte al comune di Bologna,ho ben pensato di andare all'ipercoop perchè lì "ci sono le offerte"….peccato che per arrivarci devi circumnavigare l'Africa e scoprire,visto che ti trovi,mondi nuovi e sconosciuti.

Ho deciso di essere pratica e scegliere la mia spesa in base a criteri di "praticità e risparmio".

ho preso il mio carrellino e sono corsa nel reparto frutta e verdura e lì ho visto una mia vecchia conoscenza…L'Offerta autunnale coop sulle mele.

6 KG DI MELE A 3 EURO.

per soli 3 euro potevo portarmi a casa un'intera cascetta di mele Golden.

allora ho ragionato

bene bene bene…

6 kg di mele risolverebbero il problema frutta,il problema snack per momenti morti ed il problema roba spezzafame da portare a lavoro per quando non riesci a scroccare le merende dei bimbi.

e poi fanno bene.

mi sembra un ottimo affare.credo proprio che le prenderò

mele3ed ho caricato gli allegri sei chili nel mio altrettanto allegro carrello,felicissima del mio affarone.

dopodichè mi sono spostata (con non poche difficoltà,visto il peso del carrello) nel reparto pane…ma prima di arrivarci sono passata attraverso il reparto integratori.

ed ho visto il Magnesio.

tempo fa lessi che l'uggia perenne può essere causata anche da una carenza di questo minerale.

proprio allora mi sono autodiagnosticata una carenza di magnesio e da allora spesso lo compro.

allora ho pensato

bene bene bene….

ultimamente sono parecchio uggiosa…sicuramente dipenderà da una carenza di magnesio…adesso lo prendo così risolverò magicamente la questione e sarò radiosa come una giornata di giugno (inizio giugno…sai quando non fa proprio caldo…quelle giornate soleggiate però con un pò di brezza…quelle giornate che ti fanno amare la vita senza però renderti fiacco ed ozioso) e tutto questo per soli 5 euro.

mi sembra un ottimo affare,credo che lo prenderò.

magnesio

dopodichè ho preso insalata, pane e uova (i veri must have della spesa)

e poi si è posto il problema pranzo….e sono stata attratta dal banco del pesce.

ho sentito immediatamente una carenza di omega 3.

il pesce però costa tanto…mi sono guardata intorno ed ho visto che per soli 2 euro potevo portare a casa 2 aringhe affumicate!!!!

allora ho pensato:

 

 Bene bene bene

Le aringhe sono piene di omega 3.

questi 2 esseri puzzolenti e vagamente inquietanti sono sicuramente salutari,costano poco e,se la memoria non mi inganna,quando sono stata in  nord europa le ho mangiate e mi ricordo che mi piacquero.

mi sembra un ottimo affare,credo che le prenderò.

ed ho caricato i 2 sbigottiti pescetti (non so se avete mai visto l'espressione delle aringhe affumicate) rinsecchiti nel carrello.

Aringhe-affumicateHo pagato il conto con la certezza di chi sa che ha fatto la cosa giusta e con la soddisfazione di chi sa il fatto suo.

poi,uscita dal supermercato mi sono posta le fatidiche domande che prima o poi tutti ci poniamo nelle vita.

1) come porto a casa 6 kg di mele?

2)come si cucinano le aringhe?

3)cos'è questo orrendo fetore?

e l'unica domanda che ha trovato risposta è l'ultima.

e la risposta è :"le aringhe".

e riflettendo su queste grandi questioni ho dovuto ripercorrere i vasti spazi della periferia bolognese con la mia cassetta di mele,la mia carenza di magnesio,l'uggia,le buste e la scia di aringa affumicata che ha prodotto un certo scalpore nell'autobus.

Annunci
Contrassegnato da tag

Camminare sulla Terra con passo leggero per dare un contributo all'armonia del mondo

controllori

i bei sogni,indubbiamente,finiscono all'alba.

dopo 3 anni di corse gioiose in autobus,di giri in lungo ed in largo per la città,di ritardi clamorosi al lavoro evitati solo grazie al 14 preso al volo,di biciclette abbandonate sul marciapiede perchè "ma sai che ti dico?io mi prendo proprio l'autobus e bafammoc!" beh,dopo tutto ciò, il giocattolo si è rotto,la fiamma si è spenta,la cinghia di distribuzione è saltata (non so perchè ho fatto questo esempio…in realtà stavo pensando ad una cosa che mi ha raccontato un mio amico sulla sua macchina…vabbè mi dovrei concentrare,forse)

i bei sogni finiscono all'alba ed era proprio l'alba,quando ignara di quanta cattiveria albergasse nel cuore dell'uomo,mi infilavo ingenua e gioiosa (bah veramente ero intossicata come sempre) nel mio autobussino per non dover arrivare a piedi a lavoro (visto che era ancora buio e lavoro a circa 1km e mezzo da casa).

Sarà stata l'ora,sarà stato il freddo,sarà stata la gioiosa ebbrezza con cui mi reco al lavoro al mattino (di solito mi chiedo "perchè non sono morta nel sonno?") ,sarà stata l'arroganza della mia posizione (socio lavoratore a 90°)  ma non ho gettato il consueto sguardo-scanner anticontrollore.

 

mi sono fidata…è forse una colpa "credere ancora nell'uomo"?

sono salita,mi sono seduta ed ho sentito "la voce del padrone"…2 parole che nessuno può pronunciare senza sentire paura,sofferenza,dolore.

"BIGLIETTO PREGO".

voglio essere sincera con voi…50 carte regalate al comune di sti tempi non ci stanno proprio…e le ho provate tutte,ho persino accennato il mio leggendario finto pianto "CALIMERO" (sfoggiato anche subito dopo il tamponamento a catena da me provocato nella lussureggiante Via Cinzia perchè mi ero assopita al volante) ma non c'è stato verso.

ho avuto la multa.

50 euro sono andati via.

ben 8 ore e 20 di lavoro sono stati spazzati via in pochi secondi.

e con loro,è morta una parte di me.

e dedicherò questi versi di Marziale,alla croccante banconota depositata in posta…

"Una zolla morbida raccolga

le tenere ossa

e tu, terra,

non essere pesante per lei :

lei, infatti, non lo fu per te."

ave atque vale…

…sorella banconota dai caldi toni dell'arancione.

vogliamo ricordarti così…solare,frusciante e,perchè no?,arrogante.

ma potevi permettertelo,cazzo.

eri meglio di tutti noi messi insieme.(anche perchè penso che se provaste a vendere il mio corpo ad una salumeria non li apparereste 50 euro)

L'unica cosa che mi da gioia in questo momento è vedere quanto questo post trasudi classicismo,autocompiacimento ed arroganza da liceo classico.

perchè noi del classico abbiamo un solo grande talento…trasformare ogni evento in un'occasione buona per spargere spocchia e teatralità..

ed ora lasciate che io mi stenda sul mio triclinium e portatemi un'aspide…

voglio farla finita.

(ps.il titolo del post non centra nulla…però l'ho letto per sbaglio mentre cercavo il link di marziale e mi è piaciuto)